AVVISO PER I LAUREATI / ESAME DI STATO: Con il Decreto n. 38/2020, il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, a causa dell’emergenza sanitaria in corso connessa alla diffusione del COVID-19, ha ridefinito la data di inizio della prima sessione 2020 degli Esami di Stato delle professioni regolamentate. >> Approfondisci <<

INFO: I tirocini che verranno sospesi in forza del DPCM 4 Marzo 2020 saranno sanati dalla Commissione Paritetica Ordine Università. >> Leggi l'informativa <<

Focus

Cari iscritti,
In concomitanza della pubblicazione online del nuovo sito dell’Ordine, abbiamo avviato un nuovo piano di comunicazione integrato (web e social media) che presuppone un livello più efficace e diretto di comunicazione con gli iscritti. L’intento è, da una parte, quello di mettere sotto i riflettori le attività dell’Ordine, dall’altro di creare maggior senso di colleganza e condivisione delle azioni di promozione della professione. In particolare, abbiamo deciso di creare una nuova sezione chiamata “Focus” che mira all’approfondimento di particolari tematiche pertinenti la professione o aree di interesse che intendiamo sviluppare. Si tratta di una sezione che raccoglierà diversi punti di vista su ambiti diversi della professione e che permetterà di rafforzare l’identità professionale anche attraverso il confronto continuo con altre professioni. La strutturazione di ogni Focus prevede un tema centrale o un ambito della professione o un evento (che rappresenta il target di interesse) e una serie di interventi ad esso collegati con lo scopo di stimolare la discussione e fornire dettagli utili per l’iscritto in termini di approfondimenti iniziali, in itinere e a conclusione dell’evento stesso. In questo modo intendiamo offrire all’iscritto e a quanti consultino il nostro sito web una nuova prospettiva nata dall’incontro di elementi fondanti la nostra professione e le diverse traiettorie che essa può percorrere. Con riferimento all’art. 5 del nostro codice deontologico che cita…”Lo psicologo impiega metodologie delle quali è in grado di indicare le fonti e riferimenti scientifici…”, crediamo inoltre che ogni Focus possa rappresentare uno strumento in più anche in questa direzione. Lo scopo ultimo è quello di disegnare un “profilo” della professione in continuo aggiornamento e ci auguriamo che questa iniziativa possa rappresentare un volano per altre attività social.
Buona lettura.

Il delegato alla cultura e formazione prof. Nicola Mammarella

Professione e promozione: lo psicologo

Professione e promozione: lo psicologo

C’era un monito sul pronao del tempio di Apollo a Delfi, patrimonio della sapienza oracolare. Recitava “Conosci te stesso”, in greco antico Gnothi sautòn, diventato il Nosce te ipsum della tradizione latina. Un invito a conoscere e, allo stesso tempo, a riconoscere i propri limiti. Nella quotidianità come nel lavoro, il percorso di consapevolezza della propria reale identità risulta fondamentale anche per far emergere i propri punti di forza e di conseguenza, per farsi conoscere e riconoscere. Ancora oggi è un pensiero diffuso che chi si rivolge ad uno psicologo non sia “normale”. Questo è solo uno dei tanti luoghi comuni che accompagnano una professione legata a tanti stereotipi come la stanza, il lettino ed il disagio mentale. Gli ambiti ed i settori della Psicologia sono invece molteplici, alcuni hanno una tradizione consolidata, altri sono emergenti. Basti pensare alla Psicologia delle emergenze che in una regione come l’Abruzzo, funestata ripetutamente, negli ultimi anni, da calamità naturali, ha visto e vede ancora in prima linea gli iscritti all’Ordine. Immaginare uno psicologo relegato in uno studio con camice e taccuino, è una immagine da superare. Doveroso, pertanto, porsi delle domande per iniziare un necessario percorso di conoscenza che contribuisca al rilancio e all’accreditamento della professione. Chi è allora lo psicologo? Cosa fa? A chi si rivolge? Quali sono i suoi ambiti di intervento?

Dai campi d'azione al metodo di intervento



Torna il prossimo 14 ottobre, per il terzo anno consecutivo, l’Open day promosso dall’Ordine degli psicologi d’Abruzzo. L’iniziativa si inserisce all’interno della Giornata Nazionale della Psicologia organizzata annualmente dal CNOP e nasce dall’idea e allo stesso tempo dall’esigenza di presentare e aprire la psicologia abruzzese non solo agli iscritti all’ordine ma anche al territorio ed alla comunità perché la professione possa riconoscersi ed essere riconosciuta. La manifestazione sarà dedicata alla presentazione dei campi di azione (Infanzia e Adolescenza, Deontologia, Declaratoria, Atti Tipici, Coterapie, Autismo, Disturbi dell’apprendimento, Neuropsicologia, Psicologia online, Outcomes in psicologia, La Fondazione, Progetto “non lasciamoli soli”) ed alla discussione dei metodi di intervento che hanno visto protagonisti gli psicologi abruzzesi nelle Commissioni, i Gruppi di lavoro ed i tavoli tecnici del Consiglio Nazionale dell’Ordine. Molte problematiche che gli individui si trovano ad affrontare oggi, derivano dai fallimenti della comunità e dei suoi sistemi di interazione e di servizio al cittadino. In quest’ottica l’Open day si configura come un momento di riflessione ma anche di apertura al territorio e alla potenziale utenza poiché esiste una forte interconnessione tra processi psicologici e sociali. L’Open day è un classico esempio di processo bottom- up, dal basso verso l’alto, voluto per comunicare e condividere obiettivi, valori, incrementare la partecipazione dell’utenza facendola sentire parte attiva e stimolandola a pensare creativamente attraverso l’intelligenza collettiva.

Vivere I Luoghi Delle Catastrofi



“Vivere i luoghi delle catastrofi tra genius loci e ricostruzione" è il tema del seminario programmato il 26 maggio 2017 nell’Aula magna dell’Università degli studi dell’Aquila. Promosso dagli Ordini regionali degli Psicologi e degli Architetti con PsicoArch, un gruppo di lavoro costituitosi di recente che mette insieme le due categorie professionali, è inserito in un più ampio progetto denominato #cittàdelfuturo.

L’essenza Dell’abitare



L’Essenza dell’abitare è stato il tema della giornata di studio promossa dal gruppo Psicoarch, dall’Ordine degli Psicologi Abruzzo, dall’Ordine degli Architetti delle province di Chieti e L’Aquila e dalla Federazione Regionale Ordine degli Architetti d’Abruzzo. Lo scorso 7 luglio, all’Hotel Villa Maria in Contrada Pretaro, a Francavilla al Mare, si sono confrontati esperti, architetti e psicologi.

Sull’essenza dell’abitare: Intervista al Dott. Mauro Latini



Architetto Latini, quando si parla di scuole l’attenzione cade inevitabilmente su sicurezza e accessibilità. Perché non c’è ancora l’attenzione agli edifici scolastici nella loro specificità di luoghi per l’apprendimento?
Le scuole sono i luoghi di apprendimento delle future generazioni e dei membri più vulnerabili della società, gli studenti, i nostri figli. Non possiamo permettere che ci siano ancora crolli di edifici scolastici che causano morti e feriti quando abbiamo le capacità tecniche e scientifiche per costruire scuole sicure. Senza “Firmitas” non esisterebbero né l’ “Utilitas” né la “Venustas”, le altre invarianti dell’Architettura. Scuole sicure e inclusive costituiscono, pertanto, le precondizioni in generale e soprattutto in un regione ad alto rischio sismico come l’Abruzzo. Detto questo, come ricordava Churchill, “Diamo forma ai nostri edifici e da quel momento i nostri edifici danno forma a noi”: le Architetture hanno sempre una valenza pedagogica. A maggior ragione lo spazio deputato all’apprendimento che deve essere ripensato alla luce dei profondi cambiamenti sociali tecnici e tecnologici intercorsi. C’è stata una certa inerzia nell’interpretare a grande scala i cambiamenti in atto. Ora grazie alla necessità di rinnovare nel profondo il parco edilizio scolastico italiano tale prospettiva appare più credibile ed è necessario farsi trovare pronti.

Sull’essenza dell’abitare: Intervista alla Dott.ssa Tiziana Sola



Dottoressa Sola, secondo la Bioecologia, lo sviluppo umano è il prodotto dell’interazione individuo- ambiente. L’attenzione, però, si concentra principalmente sull’individuo, a discapito dell’ambiente. Come ricalibrare questa attenzione?
Quando si evoca questa interazione, per ambiente si intende implicitamente l’ambiente “umano” ovvero l’interazione con gli altri, a cominciare dalle relazioni più significative in seno alla famiglia fino alle sue estensioni nel contesto scolastico, lavorativo, amicale e via dicendo. Ciò che si tende a trascurare è l’ambiente “non umano” per riprendere il titolo di un famoso testo di H. Searles, ovvero quello naturale, animale, e non di meno quello architettonico, in una parola il “dove” si svolge la vita di un individuo. Lo spazio naturale e architettonico hanno un’influenza fondamentale nella formazione della nostra identità e nella salvaguarda della salute psichica. Per ricalibrare questa attenzione, bisogna che si tenga conto di questo.

Sull’essenza dell’abitare: Intervista al Dott. Marcello Borrone



Architetto Borrone, dopo il convegno dell’Aquila, gli Ordini regionali degli Psicologi e Architetti con il gruppo di studio Psicoarch, proseguono il percorso per delineare le città del futuro. Quali sono le prospettive?
Come ogni cammino, quando si inizia, bisogna essere disponibili a riconfigurare le traiettorie. La finalità del percorso comune deriva dall'intuizione di ritenere che le due discipline possano essere interagenti e reciprocamente utili ad ampliare gli spazi della conoscenza.

I nuovi LEA: Intervista al Dott. David Lazzari



Sui nuovi paradigmi di cura integrata e nuovi LEA, argomento del convegno interregionale degli Ordini degli Psicologi di Abruzzo, Molise e Puglia, tenutosi a Termoli, sentiamo il parere dic, responsabile UOC Psicologia Azienda ospedaliera di Terni, Esecutivo CNOP, coordinatore della Task force LEA CNOP e Presidente dell'Ordine psicologi dell'Umbria.

Evento sui LEA: L’essere umano come sistema complesso



“L’essere umano come sistema complesso” è il tema del convegno interregionale degli Ordini degli Psicologi d’Abruzzo, Molise e Puglia. A Villa Livia a Termoli, gli psicologi delle tre regioni, rappresentati dai presidenti Tancredi Di Iullo (Abruzzo), Nicola Malori (Molise) e Antonio Di Gioia (Puglia), si sono confrontati sui nuovi LEA in Psicologia. Tra i relatori, anche Fulvio Giardina, presidente del Consiglio nazionale dell’Ordine degli Psicologi.

A seguire è possibile vedereil video integrale con i saluti del presidente dell'Ordine Dott. Tancredi Di Iullo, l'intervento del consigliere Dott. Paolo Manfreda sui LEA e del vicepresidente Dott. Ulderico Cicconi su "Promozione/Tutela della «Salute Psichica» della Persona nel «Sistema» di Relazioni: Atti tipici". Di seguito la photogallery del convegno e le slide da scaricare degli interventi di Manfreda ("I lea in psicologia e proposta di un modello organizzativo di erogazione delle prestazioni psicologiche") e Cicconi ("Ruolo della PSICOLOGIA nei Livelli Essenziali di Assistenza") e il documento sul "RUOLO della PSICOLOGIA nei Livelli Essenziali di Assistenza" redatto dal CNOP.

I nuovi LEA: Intervista al Dott. Paolo Manfreda



Si parlerà dei LEA (Livelli essenziali di assistenza) in Psicologia venerdì 16 (ore 8,30, Villa Livia - Termoli) nel corso del convegno interregionale "L'essere umano come sistema complesso" organizzato dagli Ordini degli Psicologi di Abruzzo, Molise e Puglia con il Consiglio nazionale dell'Ordine. Sulle prospettive per la professione interviene il dottor Paolo Manfreda, psicologo, psicoterapeuta, profondo conoscitore dei LEA e della loro declinazione nei servizi sanitari. Attualmente è responsabile dell'Unità Operativa Semplice a valenza Dipartimentale Asl 1 Abruzzo – Avezzano Sulmona L'Aquila, ricopre l'incarico di Consigliere dell'Ordine degli Psicologi della Regione Abruzzo ed è Presidente della Fondazione dell'Ordine degli Psicologi Onlus Abruzzo.

Ordine degli Psicologi della regione Abruzzo

L'Aquila: Via G.Carducci 11 - 67100 - L'Aquila
Pescara: Via Lungaterno Sud, 65126 Pescara
Recapiti: Tel. 0862.401022 - Fax 0862.401337
Recapiti: Tel. 085 446 2930
email: segreteria@ordinepsicologiabruzzo.it
Pec: psicologi.abruzzo@pec.aruba.it
Partita iva 92012470677

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito.
Accedendo acconsenti all'utilizzo dei cookies in accordo con la politica e regolamentazione vigente in materia di cookies e privacy.