Ricevo una telefonata da parte di una persona minore di età che mi chiede un appuntamento per un primo colloquio clinico. Nel corso della telefonata mi riferisce che i genitori si oppongono a tale decisione. Cosa fare?

Lo psicologo non può prendere in carico la persona minorenne in caso di dissenso di consenso informato da parte di chi esercita la responsabilità genitoriale o la tutela.
Riferimenti: art. 31 c.d.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito.
Accedendo acconsenti all'utilizzo dei cookies in accordo con la politica e regolamentazione vigente in materia di cookies e privacy.