Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito.
Accedendo acconsenti all'utilizzo dei cookies in accordo con la politica e regolamentazione vigente in materia di cookies e privacy.

EmailStampa

Diagnosi e terapia delle dipendenze tecnologiche secondo l’approccio cognitivo comportamentale

Evento

Titolo:
Diagnosi e terapia delle dipendenze tecnologiche secondo l’approccio cognitivo comportamentale
Quando:
31-01-2019 - 01-04-2019
Categoria:
Centro di psicologia clinica

Descrizione

Le dipendenze comportamentali (nuove dipendenze), come vengono spesso definite le dipendenze senza droghe, sono un fenomeno relativamente nuovo, che pone immediate esigenze di aggiornamento professionale per psicoterapeuti, psichiatri, medici e chiunque operi nel settore delle dipendenze. Le nuove dipendenze, si riferiscono a comportamenti eterogeni, socialmente accettati e appaganti, per la maggior parte delle persone, che coinvolgono normali attività, come il gioco, lo sport, il sesso, navigare in internet, fare shopping, mangiare. Presentano una estrema variabilità di espressione sintomatologica e coesistono, il più delle volte, in presenza di altre patologie psichiatriche. L’eziologia è multifattoriale e comprende; fattori biologici (predisposizioni genetiche, cambiamenti funzionali e strutturali derivanti dal comportamento di dipendenza); psicologici (emotivi, comportamentali e cognitivi) e socio-culturali (famiglia, amici, contesto di vita). Al pari delle dipendenze derivanti dall’uso di sostanze psicoattive, le dipendenze comportamentali, possono avere gravi ripercussioni negative nelle aree del funzionamento psicosociale, della salute e della salute mentale, possono mettere in pericolo le relazioni affettive e avere un impatto negativo sul lavoro, lo studio, il tempo libero. L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS, 2008) e associazioni scientifiche di rilievo come l’American Psychiatric Association (APA, 2013) hanno riconosciuto l’esistenza di dipendenze patologiche comportamentali con analoghi caratteri clinici. Numerosi ricercatori e altrettanto numerose evidenze scientifiche che dimostrano come le dipendenze da droghe e quelle comportamentali condividano un substrato neurobiologico, comportamentale, affettivo e cognitivo simile ritengono utile considerare le dipendenze in maniera unitaria superando un dualismo che, ad oggi, appare inappropriato.

Il Master in Diagnosi e Clinica delle Dipendenze Comportamentali intende, in maniera esaustiva, aggiornare e formare operatori in grado di diagnosticare e trattare, con un approccio evidence-based le varie dipendenze comportamentali. In tal senso si pone come una risorsa preziosa per qualsiasi professionista che si occupa di dipendenze.

DIREZIONE SCIENTIFICA

Carlo Di Berardino, Giorgio Da Fermo, Mario Amore, Carlo Pruneti

DOCENTI

Antonio D’Ambrosio, Mario Amore, Roberto Truzoli, Giorgio Da Fermo, Massimo D’Alessandro, Carlo Pruneti, Alessandra Di Berardino, Carlo Di Berardino, Daniela Fonte,, Danilo Montinaro.

OBIETTIVI FORMATIVI

acquisizione di competenze specifiche nel settore delle dipendenze comportamentali

DESTINATARI

Il Corso è rivolto a Psicologi, Psicoterapeuti, Psichiatri, Educatori Professionali e Tecnici della Riabilitazione Psichiatrica, ass. sociali, infermieri. Sbocchi professionali: Il settore delle dipendenze è con l’avvento della tecnologia online è diventato campo di interesse socio sanitario sia per la prevenzione che per il trattamento di patologie che sono in larga diffusione soprattutto nel tessuto sociale più debole quello che interessa i giovani e i minori. Pertanto si rende necessario un approccio efficace e delle competenze specifiche anche da parte del personale addetto ai lavori. Articolazione L’attività formativa del Master si articola su 10 incontri da 8 ore per un totale di 80 ore. L’attività comprende lezioni frontali e discussioni, lavori di gruppo, analisi di casi ed esercitazioni pratiche guidate in un contesto teso a favorire l’integrazione fra le competenze teoriche e le competenze pratiche. Per ottenere i crediti ECM è necessario superare il Questionario ECM che si terrà l’ultimo giorno di corso.

PROGRAMMA

1ª Giornata
Presentazione del Master. Introduzione alla terapia cognitivo comportamentale delle dipendenze: principi generali, basi teoriche, metodiche di assessment, tecniche e protocolli. Prof. Antonio D’Ambrosio (Didatta AIAMC) 2ª Giornata Le dipendenze comportamentali: principi generali e inquadramento clinico. Classificazione, teorie e modelli, manifestazioni cliniche e caratteristiche psicopatologiche, comorbidità, epidemiologia, correlati neurobiologici e terapie farmacologiche Prof. Mario Amore (Univ. Genova) 3ª Giornata Le patologie dello spettro ossessivo-compulsivo e la relazione con le dipendenze comportamentali. (Carlo Pruneti Univ. Parma)
4ª Giornata
Il colloquio motivazionale nel trattamento delle dipendenze comportamentali. Prof. Giorgio Da Fermo (Didatta e Supervisore AIAMC)
5ª Giornata
Valutazione e strumenti diagnostici. Strumenti per la valutazione clinica generali e specifici. Esercitazioni pratiche (Daniela Fonte M. D’Alessandro (CPC Pescara).
6ª Giornata
Disturbo da gioco d’azzardo e gioco patologico on-line. Definizione, epidemiologia, dati finanziari, fattori di vulnerabilità e resilienza, neuro-fisio-patologia, psicopatologia, assessment, trattamento, principi di prevenzione. (Emanuele Palagi Ist. Miller AIAMC)
7ª Giornata
Internet Addiction Disorder. Definizione, modelli eziologici e criteri diagnostici. Assessment. Il trattamento cognitivo comportamentale della dipendenza da internet. ( Roberto Truzoli Univ. Statale Milano)
8ª Giornata
La dipendenza sessuale (Sexsual addiction). Definizione e descrizione. Criteri diagnostici. Modelli eziopatogenetici. Prospettive di intervento terapeutico. (Carlo Di Berardino CPC AIAMC)
9ª Giornata
Mindfulness e Mindfulness-Based Relapse Prevention (MBRP) nella clinica delle dipendenze (Alessandra Di Berardino Didatta AIAMC)
10ª Giornata
Aspetti medico legali delle Dipendenze Comportamentali. Questionario ECM. Dr. Danilo Montinaro AULS Lanciano)
11° Giornata
“Ludo-Dipendenze” in età evolutiva. (Anna Bartoccini CPC AIAMC)

DIPLOMA E CREDITI FORMATIVI

A conclusione del corso, a tutti coloro che avranno frequentato almeno l’80% delle ore di formazione verrà rilasciato il titolo di Master in Diagnosi e Terapia delle Dipendenze Tecnologiche, organizzato dal CPC con il patrocinio dell’AIAMC

PROCEDURA PER L’ISCRIZIONE

Richiedere il modulo di iscrizione in segreteria, compilarlo, e riconsegnarlo insieme alla ricevuta del versamento quota di iscrizione.

CREDITI ECM

Evento accreditato presso L'Agenzia Nazionale per i servizi sanitari con il rilascio di 80 crediti ECM* Informazioni: Il Centro di Psicologia Clinica è Organismo di Formazione accreditato dalla Regione Abruzzo, (Det. DPG008 del 28/09/2016 n. 74 ed è Provider ECM)

* per avere il rilascio dei crediti ECM è previsto un numero minimo di 10 iscritti al Master

ALLEGATI


Ordine degli Psicologi della regione Abruzzo

L'Aquila: Via G.Carducci 11 - 67100 - L'Aquila
Pescara: Via Lungaterno Sud, 65126 Pescara
Recapiti: Tel. 0862.401022 - Fax 0862.401337
Recapiti: Tel. 085 446 2930
email: segreteria@ordinepsicologiabruzzo.it
Pec: psicologi.abruzzo@pec.aruba.it
Partita iva 92012470677